Questo sito utilizza i cookie per offrire un servizio migliore ai propri utenti.

itenfrdejasv

Che week-end a Misano!

  • Letto 81 volte
  • Print Friendly and PDF
In evidenza Che week-end a Misano!
Vota questo articolo
(1 Vota)

Un week-end intenso quello andato in scena sul Misano World Circuit in occasione del secondo round dell’ElfCiv 2020. La squadra Academy GP ha schierato tre moto nella griglia di partenza della Premoto3. I suoi piloti: Demis Mihaila, Cristian Basso e Leonardo Zanni non hanno brillato in qualifica a causa di alcuni problemi di setting alla moto. Il più veloce è stato Demis Mihaila che con il tempo di 1.50.608 è riuscito ad agguantare l’undicesima casella in griglia, dietro di lui l’esordiente Leonardo Zanni si è aggiudicato la tredicesima casella con il tempo di 1.50.952, più staccato invece Cristian Basso che, complice anche una scivolata nel turno di qualifiche, non è riuscito ad andare oltre la ventesima casella con il crono di 1.51.424.

Demis Mihaila in gara 1 parte bene e recupera da subito un paio di posizioni ma dopo il buono start i suoi tempi si stabilizzando e non riuscendo a recuperare il gruppetto dei più veloci si è dovuto accontentare dell’ottava posizione. “Non sono molto contento del risultato, non sono riuscito a recuperare quanto mi aspettavo ed ho faticato molto nel duello con Trolese perché perdevo in velocità di punta, questo problema ha purtroppo complicato la mia rimonta”, così il giovane pilota romano ha spiegato la prestazione di gara 1.

La svolta avviene nella notte prima di gara2. Dopo un lungo confronto con i telemetristi, Luca Barbareschi, capo tecnico e braccio destro del patron Marchetti, azzera il setting utilizzato fino per gara1 e imposta una nuova strategia. Nel warm up prima di gara2 arrivano le conferme. Basso e Mihaila migliorano agevolmente i rispettivi crono di qualifica e riprendono fiducia con i loro mezzi.

 Allo spegnersi dei semafori in gara 2 infatti Demis riesce ad agganciarsi al gruppetto dei primi e a suon di giri veloci è riesce ad agguantare le prime posizioni fino alla zona podio. Al penultimo giro complice alcuni errori dei piloti del gruppetto di testa Demis si è trovato un po’ staccato dalle posizioni per giocarsi la vittoria e taglia il traguardo in quinta posizione portando a casa il terzo miglior crono di giornata: 1.48.837. “Sono contento di questo risultato e dell’ottimo tempo che ho fatto, ad inizio gara con gomma nuova ho faticato un po’ perché la gomma dietro scivolava ma giro dopo giro la moto è migliorata e sono riuscito a risalire fino alla seconda posizione. Il più grande rammarico è di non essere stato a posto in qualifica e ciò mi ha costretto ad una gara in rimonta e gli ultimi due giri ho faticato a spingere più dei miei avversari.”

Leonardo Zanni in gara 1 parte bene e anche lui dalla tredicesima casella è riuscito subito a recuperare delle posizioni fino alla nona e a scendere ancora rispetto al tempo fatto segnare in qualifica. “Sono soddisfatto di come è andata la gara e del fatto che sono riuscito a star davanti a Falzone nel duello per la nona posizione. L’ho passato a due giri dalla fine al curvone e all’ultimo giro l’ho fatto ripassare per non fargli prendere la scia prima del curvone e sfruttando io la sua scia sono riuscito a ripassarlo e a portarmi a casa una top 10 all’esordio!” In gara 2 invece Leonardo è andato ancora meglio, settimo sotto la bandiera con il crono di 1.49.329 più veloce di oltre un secondo rispetto a quello della qualifica. “In gara due la moto mi piaceva molto e sono riuscito subito ad agganciarmi al gruppo di testa ma a due giri dalla fine ho commesso un piccolo errore che mi ha fatto perdere tempo e mi sono dovuto accontentare della settima posizione. Torno a casa da questo esordio davvero molto molto contento perché durante tutto il week-end sono andato migliorando e il team mi è sempre stato d’appoggio.”

Cristian Basso in gara 1 è chiamato a compiere una buona rimonta a causa della partenza dalla ventesima casella ed infatti il pilota romano chiuderà la gara in tredicesima posizione. “È stata una buona rimonta ma più di così non ne avevo, purtroppo la moto saltellava dietro e questo problema non mi dava la fiducia per spingere come volevo. Mi sento pronto per gara 2 perché so che il team ha effettuato delle modifiche e sfrutterò il warm up per capire al meglio la moto.” In gara 2 le modifiche effettuate hanno dato i loro frutti come fa capire sia il tempo registrato sia la posizione d’arrivo. Ottava posizione con best lap di 1.50.328, il migliore di tutto il suo week-end.

I tre giorni di Misano sono stati ricchi di emozioni e di lavoro per tutta la squadra Academy GP che dopo un inizio in salita non si è lasciata abbattere ed ha reagito al meglio piazzando le sue tre moto tutte nella top 10, un risultato che da morale e speranza di far bene nella seconda metà di campionato. L’appuntamento è al 5/6 settembre sul circuito di Imola.

Alessandro Ambrosi