Questo sito utilizza i cookie per offrire un servizio migliore ai propri utenti.

itenfrdejasv

Mihaila domina a Vallelunga

Che finale di stagione a Vallelunga per la squadra AcademyGp! In un week-end in cui le condizioni meteo non hanno dato tregua, il team capitanato da Roberto Marchetti è stato in grado di prendersi tutto il palcoscenico con la vittoria sia in gara 1 che in gara 2 con Demis Mihaila che, per di più, scattava dalla Pole position dopo aver fatto segnare il miglior crono sia in condizioni di asciutto che in condizioni di pista bagnata. Cristian Basso e Leonardo Zanni sono stati un po’ più in difficoltà durante le giornate di prove relegandosi a scattare rispettivamente della decima e dalla diciassettesima casella.

Demis Mihaila #89 in gara 1, scatta benissimo dalla Pole position e consapevole dei suoi mezzi e della confidenza in sella alla Racetech inizia a martellare giri veloci su giri veloci per scappare dal gruppo degli inseguitori. Dopo alcuni passaggi iniziano a scendere delle gocce di pioggia. Mihaila non si fa intimorire e continua a spingere riuscendo a staccare definitivamente i suoi inseguitori. Una condotta di gara esemplare porta il dodicenne romano alla vittoria in gara 1 ottenendo anche il giro veloce in gara (1.48.315). “Mi sentivo bene sulla moto e quando ho visto la pioggia non mi sono lasciato intimorire e ho continuato a spingere per andarmene via. Questa mossa mi ha permesso di vincere, sono contentissimo.”

In gara 2 Mihaila scatta di nuovo bene e si mette davanti a dettare il ritmo, questa volta la fuga non riesce e si forma un gruppetto di tre piloti in lotta per la vittoria, all’ultimo giro Mihaila svernicia Piccolo in rettilineo, a dimostrazione dell’ottima preparazione della moto a seguito del lavoro svolto dal capotecnico Luca Barbareschi e dal patron della squadra Roberto Marchetti, e si mette a spingere per guadagnare qualche metro sugli inseguitori. Un ultimo giro con il crono di 1.48.251 permette a Mihaila e al team di portarsi a casa la vittoria anche in gara 2. “La moto scivolava tantissimo, stavo gareggiando sulle uova ma volevo vincere. Ho spinto tantissimo all’ultimo giro e sono riuscito a vincere. Devo ringraziare tutta la mia famiglia, il mio team e Mauro per questo bellissimo finale di stagione.”

Cristian Basso #18 in gara 1 non è molto rapido allo spegnersi dei semafori e si trova così a perdere delle posizioni al primo giro che condizioneranno le sorti della sua gara. Sotto la bandiera a scacchi Basso passa in nona posizione dopo aver comunque portato a casa una buona rimonta.

In gara 2 Basso purtroppo non ha un ottimo start e perde delle posizioni. Il giovane pilota romano riesce però a risalire il gruppo, facendo segnare i suoi migliori crono di tutto il week-end, fino a lottare per la quinta posizione. All’ultimo giro Basso attacca Trolese alla “Campagnano” e riesce a passarlo, per difendere la posizione alla curva “Soratte” si porta su una traiettoria molto interna e a centro curva perde l’avantreno della sua Racetech. Nonostante la scivolata riuscirà a risalire in moto e a tagliare il traguardo in diciassettesima posizione.

Leonardo Zanni #157, sempre in difficoltà sulla pista di Vallelunga, in gara 1 scatta benissimo dalla diciassettesima casella in griglia e riesce subito a recuperare delle posizioni, al termine del primo giro passa in undicesima posizione, una rimonta eccellente fino a quel punto. Alla curva “Campagnano” il pilota romano forza la staccata per provare a recuperare ulteriori posizioni ma complice la gomma ancora non in temperatura e l’eccessiva velocità di percorrenza Zanni scivola ed è così costretto al ritiro.

In gara 2 Zanni replica la buona partenza di gara 1, inizia la rimonta ma passaggio dopo passaggio inizia a perdere posizioni, al quarto giro Zanni torna ai box a causa di alcuni problemi alla sua moto prontamente sistemati in pit-lane dai suoi meccanici che lo rimandano in pista. Il tempo perso è comunque troppo per ipotizzare una rimonta del pilota romano che conclude in ventiseiesima posizione la seconda gara di un week-end complicatissimo per lui in cui le cadute di venerdì e sabato hanno inciso notevolmente.

Conclusione di campionato eccellente per la squadra AcademyGp che nelle ultime quattro gare disputate ha portato a casa 3 vittorie con Demis Mihaila e un podio con Leonardo Zanni che sommati con il podio di Cristian Basso al Mugello fanno salire il conteggio a 3 vittorie e 2 podi in 8 gare disputate. Anche la vittoria del campionato è stata sfiorata con Mihaila che si è piazzato in terza posizione assoluta ad appena quattro punti dalla vittoria del titolo di campione italiano. Cristian Basso si è piazzato in ottava posizione e Leonardo Zanni in undicesima. Con un finale di stagione così, le premesse per il 2021 sono decisamente interessanti e non resta altro che aspettare la prossima stagione per dimostrare di cosa è capace il team AcademyGp.

Un ringraziamento speciale ai nostri sponsor tecnici: NewFren, Bonamici Racing, Sp Electronics, Mau Design, Ber Racing Europe, Italia Compositi, Gruppo Forte.

Alessandro Ambrosi

 Analisi G1 Settori G1 Q1 Classifica G1
icona pdf  icona pdf icona pdf  icona pdf
Analisi G2 Settori G2 Q2 Classifica G2 
icona pdf icona pdf icona pdf icona pdf

  • Pubblicato in PreMoto3

La Premoto3 a Imola!

La Premoto3 a Imola!

Dopo la pausa estiva si torna in pista sullo spettacolare Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola. Il fine settimana del 6 settembre la squadra AcademyGP scenderà in pista per il terzo round dell’ELF Civ 2020 confermando il tridente di piloti romani, tutti in sella alla Racetech, composto da Cristian Basso, Demis Mihaila e Leonardo Zanni.

I piloti, carichi di consapevolezza a seguito del week-end di Misano in cui in gara 2 si sono distinti, hanno disputato proprio ad Imola due giorni di test. Un lavoro intenso al box che ha visto protagonisti piloti e tecnici. Una prova molto consistente è stata quella di Mihaila. Il dodicenne di Tivoli ha interpretato alla perfezione il tracciato di Imola chiudendo il test con un secondo di vantaggio sui migliori avversari.

Demis Mihaila #89 dopo i test si è detto soddisfatto. “Ho iniziato con calma perché, avendo due giorni di test, ho sfruttato il primo giorno per imparare bene le traiettorie e le marce del complicato circuito di Imola. Il secondo giorno ho iniziato a lavorare di più sul setting della moto e a fine giornata posso dire che questo approccio ha dato i suoi frutti.

Leonardo Zanni #157, che ha esordito in maniera eccellente a Misano, ha continuato il percorso di crescita anche durante i test di Imola. “La pista è molto bella ma, rispetto a Misano, è anche molto più faticosa, ho dovuto lavorare sulla moto ma tutte le modifiche che abbiamo fatto insieme alla squadra mi sono piaciute, devo ancora limare qualcosa sul crono ma sono stati dei buoni test.

Cristian Basso #18, al suo secondo anno ad Imola non si è detto del tutto soddisfatto dei test. “Dal primo turno ho cercato di adattarmi alla moto in un circuito difficile come quello di Imola, lo scorso anno ci avevo girato con una moto dalle caratteristiche completamente diverse. Questo ha un po’ rallentato i miei piani di lavoro che sono stati ulteriormente scombussolati da una caduta alla variante bassa. Il tempo non è stato il massimo. A seguito della caduta, ho faticato a ritrovare feeling. La pista però mi piace molto e si adatta alle mie caratteristiche, sono sicuro che potrò dire la mia.

L’appuntamento è al 5/6 settembre sullo storico circuito di Imola in occasione dell’ELF Civ 2020 in cui la squadra Academy GP con i suoi “riders” è pronta a dare spettacolo. L’evento si disputerà a porte chiuse per le note restrizioni Co.Vid. Sarà comunque possibile seguire tutte le fasi di gara tramite i canali social del campionato italiano velocità.

Alessandro Ambrosi

  • Pubblicato in PreMoto3

Che week-end a Misano!

Un week-end intenso quello andato in scena sul Misano World Circuit in occasione del secondo round dell’ElfCiv 2020. La squadra Academy GP ha schierato tre moto nella griglia di partenza della Premoto3. I suoi piloti: Demis Mihaila, Cristian Basso e Leonardo Zanni non hanno brillato in qualifica a causa di alcuni problemi di setting alla moto. Il più veloce è stato Demis Mihaila che con il tempo di 1.50.608 è riuscito ad agguantare l’undicesima casella in griglia, dietro di lui l’esordiente Leonardo Zanni si è aggiudicato la tredicesima casella con il tempo di 1.50.952, più staccato invece Cristian Basso che, complice anche una scivolata nel turno di qualifiche, non è riuscito ad andare oltre la ventesima casella con il crono di 1.51.424.

Demis Mihaila in gara 1 parte bene e recupera da subito un paio di posizioni ma dopo il buono start i suoi tempi si stabilizzando e non riuscendo a recuperare il gruppetto dei più veloci si è dovuto accontentare dell’ottava posizione. “Non sono molto contento del risultato, non sono riuscito a recuperare quanto mi aspettavo ed ho faticato molto nel duello con Trolese perché perdevo in velocità di punta, questo problema ha purtroppo complicato la mia rimonta”, così il giovane pilota romano ha spiegato la prestazione di gara 1.

La svolta avviene nella notte prima di gara2. Dopo un lungo confronto con i telemetristi, Luca Barbareschi, capo tecnico e braccio destro del patron Marchetti, azzera il setting utilizzato fino per gara1 e imposta una nuova strategia. Nel warm up prima di gara2 arrivano le conferme. Basso e Mihaila migliorano agevolmente i rispettivi crono di qualifica e riprendono fiducia con i loro mezzi.

 Allo spegnersi dei semafori in gara 2 infatti Demis riesce ad agganciarsi al gruppetto dei primi e a suon di giri veloci è riesce ad agguantare le prime posizioni fino alla zona podio. Al penultimo giro complice alcuni errori dei piloti del gruppetto di testa Demis si è trovato un po’ staccato dalle posizioni per giocarsi la vittoria e taglia il traguardo in quinta posizione portando a casa il terzo miglior crono di giornata: 1.48.837. “Sono contento di questo risultato e dell’ottimo tempo che ho fatto, ad inizio gara con gomma nuova ho faticato un po’ perché la gomma dietro scivolava ma giro dopo giro la moto è migliorata e sono riuscito a risalire fino alla seconda posizione. Il più grande rammarico è di non essere stato a posto in qualifica e ciò mi ha costretto ad una gara in rimonta e gli ultimi due giri ho faticato a spingere più dei miei avversari.”

Leonardo Zanni in gara 1 parte bene e anche lui dalla tredicesima casella è riuscito subito a recuperare delle posizioni fino alla nona e a scendere ancora rispetto al tempo fatto segnare in qualifica. “Sono soddisfatto di come è andata la gara e del fatto che sono riuscito a star davanti a Falzone nel duello per la nona posizione. L’ho passato a due giri dalla fine al curvone e all’ultimo giro l’ho fatto ripassare per non fargli prendere la scia prima del curvone e sfruttando io la sua scia sono riuscito a ripassarlo e a portarmi a casa una top 10 all’esordio!” In gara 2 invece Leonardo è andato ancora meglio, settimo sotto la bandiera con il crono di 1.49.329 più veloce di oltre un secondo rispetto a quello della qualifica. “In gara due la moto mi piaceva molto e sono riuscito subito ad agganciarmi al gruppo di testa ma a due giri dalla fine ho commesso un piccolo errore che mi ha fatto perdere tempo e mi sono dovuto accontentare della settima posizione. Torno a casa da questo esordio davvero molto molto contento perché durante tutto il week-end sono andato migliorando e il team mi è sempre stato d’appoggio.”

Cristian Basso in gara 1 è chiamato a compiere una buona rimonta a causa della partenza dalla ventesima casella ed infatti il pilota romano chiuderà la gara in tredicesima posizione. “È stata una buona rimonta ma più di così non ne avevo, purtroppo la moto saltellava dietro e questo problema non mi dava la fiducia per spingere come volevo. Mi sento pronto per gara 2 perché so che il team ha effettuato delle modifiche e sfrutterò il warm up per capire al meglio la moto.” In gara 2 le modifiche effettuate hanno dato i loro frutti come fa capire sia il tempo registrato sia la posizione d’arrivo. Ottava posizione con best lap di 1.50.328, il migliore di tutto il suo week-end.

I tre giorni di Misano sono stati ricchi di emozioni e di lavoro per tutta la squadra Academy GP che dopo un inizio in salita non si è lasciata abbattere ed ha reagito al meglio piazzando le sue tre moto tutte nella top 10, un risultato che da morale e speranza di far bene nella seconda metà di campionato. L’appuntamento è al 5/6 settembre sul circuito di Imola.

Alessandro Ambrosi

  • Pubblicato in PreMoto3

Buon esordio per Basso, Mihaila non soddisfatto

Il primo round dell’Elf CIV 2020 sul circuito del Mugello è stato sicuramente ricco di emozioni per la squadra Academy GP che ha schierato nella pienissima griglia della PreMoto3 i due piloti romani Cristian Basso e Demis Mihaila. I giovani piloti si sono subito distinti dalle qualifiche quando al termine della Q2 Basso ha fatto segnare il tempo 2.06.819 che gli è valso la prima fila dello schieramento. Un po’ più di difficoltà per Mihaila che non è riuscito a scendere sotto il 2.07.699 costringendolo alla partenza dalla decima casella.

Cristian Basso allo start di gara 1 è subito molto veloce e si accoda al gruppo di testa. Dopo 12 giri ricchi di sorpassi e controsorpassi il tredicenne riesce a sfruttare bene le occasioni che gli capitano e sotto la bandiera a scacchi riesce a passare in terza posizione. “È stata una grandissima soddisfazione salire sul podio per la prima volta al CIV, una sensazione bellissima!” così ha commentato l’ottima performance in gara 1 il pilota dell’Academy GP. In gara 2 lo start è un po’ più complicato per Basso, complice un primo giro in cui i primi due piloti hanno provato da subito ad allungare sul gruppo degli inseguitori. Il giovane centauro non si è però perso d’animo, spingendo al limite e a suon di giri veloci è andato a riprendere i due “fuggitivi” portandosi dietro altri piloti. La gara è ricca di emozioni e sorpassi e Basso è pronto come in gara 1 a sfruttare l’occasione ma complice un calo di potenza all’ultimo giro è stato relegato alla nona posizione. “Mi dispiace non aver combattuto fino alla fine con il gruppo di testa ma essere riuscito a prendere dei punti nonostante un problema mi fa vedere il bicchiere mezzo pieno. Dopo un inizio di stagione così, il migliore della mia carriera, mi sento carico e pronto per affrontare al meglio le prossime gare con il supporto della squadra e della moto con cui mi trovo benissimo.”

Demis Mihaila parte bene in gara 1 e sembra poter affrontare una rimonta ma è stato un problema alla moto verificatosi dopo poche tornate a spengere le speranze del pilota e del team, costringendolo al ritiro. In gara 2 il buono start si ripete e dai primi giri Mihaila inizia a prendere ritmo e incomincia a riavvicinarsi al gruppo di testa ma, come ha spiegato in seguito l’esordiente romano, “Dal 7° giro in poi ho iniziato a faticare con le gomme, al posteriore stavo mano a mano perdendo aderenza e non sono più riuscito a riprendere il gruppo davanti”.  Nonostante il “calo” di gomme è però riuscito a portare a casa una buona sesta posizione sotto la bandiera a scacchi. “Non sono molto soddisfatto di questo esordio, mi aspettavo di più. Dal giovedì abbiamo avuto dei problemi e in una pista come il Mugello in cui non ci sono forti staccate fatico molto, preferisco delle piste come Misano in cui i test sono andati molto bene e sono fiducioso e carico per poter far una bella gara e tirar fuori il meglio dalla Racetech che è una moto molto agile e mi piace moltissimo.”

Il prossimo appuntamento della squadra Academy GP è proprio sul circuito di Misano in occasione del secondo round dell’Elf CIV 2020 il week-end del 25-26 luglio.

Alessandro Ambrosi

CIV Premoto3: si parte!

Dopo una lunga attesa è finalmente arrivato il momento di scaldare i motori per l’inizio della stagione agonistica 2020 che vedrà il suo avvio nel week-end del 4/5 luglio nello splendido circuito del Mugello.

La squadra Academy GP, capitanata da Roberto Marchetti, si appresta ad affrontare il primo round del CIV con i suoi due piloti: il talento azzurro Demis Mihaila e Cristian Basso, già talento azzurro. Entrambi sono apparsi in ottima forma durante i test effettuati proprio sul circuito toscano pochi giorni fa. I giovani centauri romani hanno approfittato delle tornate realizzate per togliersi un po’ di ruggine e per provare le tante novità portate in pista dalla squadra.

La Racetech Premoto3 ha indossato vari aggiornamenti quest’anno, a partire dalla nuova carenatura in fibra di carbonio. Il nuovo progetto e lo studio in galleria del vento è stato impreziosito dalla partnership con Italia Compositi, eccellenza calabrese nel campo dei compositi. Ma lo sviluppo non si è fermato qui. Un nuovo tipo di aspirazione, un nuovo sistema di scarico, l’equipaggiamento di leve, pedane e comandi progettate e realizzate da Bonamici Racing e lo studio approfondito svolto sullo smorzamento delle vibrazioni sono le novità che la squadra Academy GP ha messo a disposizione dei suoi piloti che, vantando entrambi un palmarès di tutto rispetto, si faranno trovare pronti per uno “start” bruciante.

Fondamentali sono anche le conferme avute. La prima, indispensabile per i giovani pupilli della squadra, è quella del supporto di Ber Racing Europe per la fornitura e l’assistenza dei caschi Arai resi ancora più belli dal tocco artistico di Mau Design. Le altre conferme sono state quelle del supporto tecnico fornito da SPeletronics per l’equipaggiamento del cambio elettronico. Un’altra eccellenza italiana ha abbracciato il progetto Academy GP. La piemontese New Fren è il partner tecnico per l’equipaggiamento di freni e frizioni.

Dalla Valle d’Aosta, esattamente dal paesino di Saint-Rhémy-en-Bosse, il prosciuttificio De Bosses conferma la partnership per la promozione della D.o.p. “Jambon de Bosses”. Presso l’hospitality della squadra sarà sempre disponibile un banco di assaggio.

L’appuntamento è al week-end del 4/5 luglio tra le splendide colline toscane del Mugello e se le premesse sono queste… ci sarà da divertirsi!

  • Pubblicato in PreMoto3

Graziano sceglie Racetech

Simone Graziano si unisce alla squadra AcademyGP. Per il tredicenne bergamasco il 2020 sarà la stagione del debutto a ruote alte.

Il recente passato lo ha visto protagonista vincendo il campionato europeo minimoto, il titolo italiano e due edizioni del trofeo Simoncelli. Simoncino #82 ha le carte in regola per ben figurare nella classe Premoto3 dell’ElfCiv2020.

Con un fisico da vero fantino (37 chilogrammi) Graziano ha provato nei giorni scorsi la versione 2019 della Racetech sul circuito di Latina. Il ragazzo ha subito apprezzato le doti di agilità e si è detto molto soddisfatto del test.

La squadra corse AcademyGP composta dai romani Cristian Basso e Demis Mihaila si completa quindi con il nuovo arrivato Simone Graziano. Per lui i primi test avranno inizio nel mese di marzo.

Ufficio stampa AcademyGP.

  • Pubblicato in PreMoto3

Cristian Basso è con noi

Cristian Basso entra nel progetto AcademyGP. Il tredicenne romano, dopo una lunga trattativa, affiancherà Demis Mihaila in sella alle Racetech premoto3 motorizzate Yamaha 250.

La presenza spot nell’ultimo round del Civ premoto3 2019, tappa romana sul circuito di Vallelunga, ha gettato le basi per investire sul ragazzo. L’ottimo rapporto creatosi con i componenti dello staff e la reattività del pilota sono stati il perno su cui Roberto Marchetti e i genitori di Cristian hanno investito tempo ed economie.

Con l’ottima prestazione nelle due giornate di test effettuate a Valencia, Basso si è guadagnato il rispetto e la fiducia della squadra. In coppia con Mihaila, lo sviluppo della ciclistica Racetech sarà oggetto di grande attenzione. Con piloti di questo calibro, l’investimento per la ricerca darà ancora maggiori soddisfazioni.

Il reparto corse sta lavorando senza sosta. Nuovo piazzamento del cablaggio elettrico, una nuova carenatura, un diverso ancoraggio del propulsore. Un impegno ciclopico per una struttura privata come quella dell’AcademyGP.

Il primo prototipo dovrebbe scendere in pista il 21 febbraio in occasione dei test Talenti Azzurri Fmi sul circuito di Vallelunga.

Ufficio Stampa AcademyGP

Credit ph Benzina

  • Pubblicato in PreMoto3

AcademyGP e Hosciuc a Valencia

AcademyGP e Hosciuc a Valencia per l’anticipo della stagione 2020. Il fine settimana del 10 novembre l’equipe capitolina parteciperà all’ultimo round dell’European Talent Cup che si terrà sul circuito Ricardo Tormo di Valencia.

 “Where the dreams have no end” il progetto AcademyGP alla fine della quarta stagione sportiva rilancia e getta le basi per realizzare una seconda base in Spagna. Un percorso passato per le piccole ottavo di litro a due tempi per arrivare alla stagione 2019 con le Racetech premoto3 realizzate in proprio. La volontà di creare un percorso sostenibile per i propri piloti ha portato il manager Roberto Marchetti a realizzare una struttura in terra valenciana gestita direttamente.

Passo dopo passo stiamo realizzando i nostri sogni. La partecipazione di Jacopo alla selezione Red Bull di Guadiz ha innescato la ferma volontà di creare la seconda struttura in Spagna. Un percorso sportivo che passa dal campionato italiano velocità Premoto3 e arriva al campionato europeo ETC in sella alle moto3 Honda nsf. L’Etc è il campionato di riferimento, vera anticamera del mondiale juniores dove ragazzi provenienti da tutto il mondo si confrontano e si stimolano a vicenda. Un esempio? Dal primo classificato al ventesimo passano appena nove decimi… “Questa la dichiarazione del patron Marchetti che continua: “Abbiamo acquistato una Honda 250 nsf qualche giorno fa e con un test conoscitivo tenutosi a Cremona, Hosciuc si è trovato subito bene. In quella giornata ha testato la moto anche il torinese Davide Conte con cui siamo in trattativa per inserirlo in squadra per il 2020”.

Entro pochi giorni sarà svelato il nome del pilota che affiancherà Demis Mihaila in Premoto3 per l’ElfCiv20 come anche il compagno di Hosciuc per l’Etc in Spagna. Mentre fervono le trattative per completare la rosa dei piloti AcademyGP, continuano i raduni collegiali del gruppo Roman Style Tranining: domenica 3 novembre si ritroveranno nella struttura SMC di Orte, Hosciuc, Mihaila, Basso, Lunetta, Giombini e Longo. Atletica, traning su asfalto in sella alle Pit Bike e Flat track.   

Press release AcademyGP.

  • Pubblicato in PreMoto3
Sottoscrivi questo feed RSS