Questo sito utilizza i cookie per offrire un servizio migliore ai propri utenti.

itenfrdejasv

Che week-end a Misano!

Un week-end intenso quello andato in scena sul Misano World Circuit in occasione del secondo round dell’ElfCiv 2020. La squadra Academy GP ha schierato tre moto nella griglia di partenza della Premoto3. I suoi piloti: Demis Mihaila, Cristian Basso e Leonardo Zanni non hanno brillato in qualifica a causa di alcuni problemi di setting alla moto. Il più veloce è stato Demis Mihaila che con il tempo di 1.50.608 è riuscito ad agguantare l’undicesima casella in griglia, dietro di lui l’esordiente Leonardo Zanni si è aggiudicato la tredicesima casella con il tempo di 1.50.952, più staccato invece Cristian Basso che, complice anche una scivolata nel turno di qualifiche, non è riuscito ad andare oltre la ventesima casella con il crono di 1.51.424.

Demis Mihaila in gara 1 parte bene e recupera da subito un paio di posizioni ma dopo il buono start i suoi tempi si stabilizzando e non riuscendo a recuperare il gruppetto dei più veloci si è dovuto accontentare dell’ottava posizione. “Non sono molto contento del risultato, non sono riuscito a recuperare quanto mi aspettavo ed ho faticato molto nel duello con Trolese perché perdevo in velocità di punta, questo problema ha purtroppo complicato la mia rimonta”, così il giovane pilota romano ha spiegato la prestazione di gara 1.

La svolta avviene nella notte prima di gara2. Dopo un lungo confronto con i telemetristi, Luca Barbareschi, capo tecnico e braccio destro del patron Marchetti, azzera il setting utilizzato fino per gara1 e imposta una nuova strategia. Nel warm up prima di gara2 arrivano le conferme. Basso e Mihaila migliorano agevolmente i rispettivi crono di qualifica e riprendono fiducia con i loro mezzi.

 Allo spegnersi dei semafori in gara 2 infatti Demis riesce ad agganciarsi al gruppetto dei primi e a suon di giri veloci è riesce ad agguantare le prime posizioni fino alla zona podio. Al penultimo giro complice alcuni errori dei piloti del gruppetto di testa Demis si è trovato un po’ staccato dalle posizioni per giocarsi la vittoria e taglia il traguardo in quinta posizione portando a casa il terzo miglior crono di giornata: 1.48.837. “Sono contento di questo risultato e dell’ottimo tempo che ho fatto, ad inizio gara con gomma nuova ho faticato un po’ perché la gomma dietro scivolava ma giro dopo giro la moto è migliorata e sono riuscito a risalire fino alla seconda posizione. Il più grande rammarico è di non essere stato a posto in qualifica e ciò mi ha costretto ad una gara in rimonta e gli ultimi due giri ho faticato a spingere più dei miei avversari.”

Leonardo Zanni in gara 1 parte bene e anche lui dalla tredicesima casella è riuscito subito a recuperare delle posizioni fino alla nona e a scendere ancora rispetto al tempo fatto segnare in qualifica. “Sono soddisfatto di come è andata la gara e del fatto che sono riuscito a star davanti a Falzone nel duello per la nona posizione. L’ho passato a due giri dalla fine al curvone e all’ultimo giro l’ho fatto ripassare per non fargli prendere la scia prima del curvone e sfruttando io la sua scia sono riuscito a ripassarlo e a portarmi a casa una top 10 all’esordio!” In gara 2 invece Leonardo è andato ancora meglio, settimo sotto la bandiera con il crono di 1.49.329 più veloce di oltre un secondo rispetto a quello della qualifica. “In gara due la moto mi piaceva molto e sono riuscito subito ad agganciarmi al gruppo di testa ma a due giri dalla fine ho commesso un piccolo errore che mi ha fatto perdere tempo e mi sono dovuto accontentare della settima posizione. Torno a casa da questo esordio davvero molto molto contento perché durante tutto il week-end sono andato migliorando e il team mi è sempre stato d’appoggio.”

Cristian Basso in gara 1 è chiamato a compiere una buona rimonta a causa della partenza dalla ventesima casella ed infatti il pilota romano chiuderà la gara in tredicesima posizione. “È stata una buona rimonta ma più di così non ne avevo, purtroppo la moto saltellava dietro e questo problema non mi dava la fiducia per spingere come volevo. Mi sento pronto per gara 2 perché so che il team ha effettuato delle modifiche e sfrutterò il warm up per capire al meglio la moto.” In gara 2 le modifiche effettuate hanno dato i loro frutti come fa capire sia il tempo registrato sia la posizione d’arrivo. Ottava posizione con best lap di 1.50.328, il migliore di tutto il suo week-end.

I tre giorni di Misano sono stati ricchi di emozioni e di lavoro per tutta la squadra Academy GP che dopo un inizio in salita non si è lasciata abbattere ed ha reagito al meglio piazzando le sue tre moto tutte nella top 10, un risultato che da morale e speranza di far bene nella seconda metà di campionato. L’appuntamento è al 5/6 settembre sul circuito di Imola.

Alessandro Ambrosi

  • Pubblicato in PreMoto3

A Misano c’è anche Zanni!

Si torna in pista! Dopo una breve pausa dall’ottimo round del Mugello la squadra Academy GP sta già scaldando i motori per la gara che andrà in scena sul Misano World Circuit Marco Simoncelli il 25/26 luglio.

La grande novità in vista del secondo round dell’Elf CIV è l’esordio di Leonardo Zanni che dopo un 2019 in cui è stato impegnato in Spagna con la Moto5 ha deciso di salire di livello e di approcciarsi alla Premoto3 del Campionato Italiano Velocità in sella alla Racetech dell’Academy GP.

L’aggiunta di Leonardo “La pulce” Zanni va a completare il tridente interamente romano della squadra capitanata da Roberto Marchetti.

Cristian Basso e Demis Mihaila, già impegnati nel progetto Academy GP dalla prima gara dell’Elf CIV, arrivano a Misano carichi di consapevolezza e voglia di far bene dopo i buoni risultati del Mugello che hanno visto Basso agguantare il podio in gara 1 e Mihaila chiudere in sesta posizione in gara 2. Piazzamenti che gli permettono di trovarsi rispettivamente in sesta e undicesima posizione in campionato in una classifica molto corta dato lo svolgimento di un solo round.

I “riders” Academy GP in questa pausa hanno trovato il modo di tenersi allenati. Divertirsi e competere grazie all’Academy Camp organizzato e seguito dallo stesso Marchetti utilizzando le strutture della Smc di Orte. Il Camp ha visto scendere in “pista” anche atleti di altre squadre proprio per stimolare a motivare il confronto sulle prestazioni utilizzando ogni mezzo a loro disposizione. Dalla mountain bike al mini motard, Flat track passando per l’atletica. Allenamento duro con tempi di recupero molto stretti con questo particolare training competitivo, “Mtb-SuperPole” “gara a 2” gara a 5”. Un’opportunità di migliorarsi tramite allenamenti non proprio “tradizionali” ma che sono mirati ad una preparazione fisica e mentale specifica per il pilota.

L’appuntamento è al 25/26 luglio presso il Misano World Circuit in vista del secondo round dell’Elf CIV 2020 in cui il tridente Academy GP punta ancora una volta a migliorarsi.

Alessandro Ambrosi

  • Pubblicato in PreMoto3

PREMOTO3: Hosciuc a podio

Jacopo Hosciuc torna sul podio con un ottimo secondo posto in gara2 ad appena 9 centesimi dal vincitore Filippo Farioli.

Un week end di gare al Misano World Circuit tutto da ricordare. Prove libere e prove ufficiali disputate con temperature torride che hanno messo in crisi le coperture e di conseguenza il feeling dei piloti con il grip. Jacopo Hosciuc, liberatosi dai fantasmi del pessimo round3 di Imola, ha assunto un atteggiamento da vero leader. Un percorso intrapreso grazie all’aiuto dei tecnici della scuola di motociclismo Smc di Orte che sta portando i primi frutti.

Gara1- Hosciuc scatta dalla nona casella e dopo la prima tornata comincia una rimonta che lo porta al quinto giro a transitare terzo non lontano dal duo di testa composto da Farioli e Lunetta. Probabilmente un calo di lucidità lo costringe ad un forzato recupero e viene risorpassato dal gruppo composto da Cangelosi, Bianchi, Margherito e Falzone (oggi wild card fuori fiches). La gara viene interrotta per pioggia all’inizio dell’ 11° giro decretando anzitempo la classifica. Hosciuc in quinta piazza ma con una penalità di 1 secondo inflitta per aver utilizzato più volte lo spazio oltre i cordoli per voltare. Posizione finale rivista con la settima piazza.

Gara2- L’alfiere del progetto AcademyGP affronta a testa bassa questa gara dichiarata dal direttore di gara “bagnata”.  Asfalto infido per la pioggia caduta pochi minuti prima dello start ma che il sole stava lentamente asciugando. Partenza mediocre che Hosciuc gestisce con molta attenzione. Nelle prime due tornate subisce gli attacchi di vari compagni evidentemente per avere il tempo di valutare le effettive condizioni di grip. Da ricordare la brutta caduta subita nel warm up del mattino dove il giovane è caduto rovinosamente all’ingresso della prima del “Carro” per un eccesso di confidenza con l’asfalto bagnato. Nel corso della terza tornata Hosciuc sorpassa addirittura sei concorrenti del calibro di Bianchi, Margherito, Natali, Sciarretta, Cangelosi e Miceli. Il giro dopo perde una posizione per mano di Bianchi. Ma dalla successiva tornata riconquista la quarta piazza mantenendola fino alla fine del penultimo giro. Nel frattempo le prime due posizioni occupate da Falzone e Volpi, oggi wild card fuori fiches, erano considerate “fantasmi” ai fini della classifica. Appena più staccato (circa 2secondi) Luca Lunetta occupava la terza piazza (prima in classifica effettiva), ma per un problema non meglio dichiarato nel corso dell’ultima tornata viene risucchiato da Farioli che aveva appena sorpassato Hosciuc e Bianchi concludendo in questo ordine al traguardo. A Lunetta viene inflitta anche una penalità di 1 secondo ma che non ha influito sulla redazione della classifica finale.

Il podio di gara2 vede vincitore Filippo Farioli in piazza d’onore Jacopo Hosciuc e Filippo Bianchi a chiudere il podio.

L’attuale classifica vede Hosciuc in quinta posizione a quota 91 punti a 7 punti dalla quarta occupata da Cangelosi. La speciale classifica costruttori vede Racetech in quinta piazza.

Il prossimo round si disputerà al Mugello il fine settimana del 22 settembre 2019.

Per gli appassionati internauti le gare possono essere riviste integralmente sul sito www.elevensports.it.

Ro.Ma.

  • Pubblicato in PreMoto3

PREMOTO3 CIV: Misano per il giro di boa

Il fine settimana del 28 luglio 2019 vede tornare in pista a Misano Adriatico il circus del C.I.V. La squadra AcademyGP torna in pista con il suo pilota Jacopo Hosciuc con l’obiettivo di recuperare punti. Il doppio zero incassato al round3 di Imola ha segnato fortemente la compagine capitolina che ha fatto quadrato intorno al tredicenne Hosciuc. Nel tempo passato dalla tappa imolese, il reparto tecnico ha lavorato duramente e addirittura il team manager si è rimesso tuta e casco fornendo precise indicazioni per lo sviluppo della ciclistica Racetech.

Lunghe ed estenuanti sessioni di allenamento hanno visto Hosciuc protagonista alla SMC, scuola di motociclismo di Orte. Atletica con valutazione della prestazione, PitBike e flat track tutto secondo il protocollo del gruppo RomanStyleTraining ideato e capitanato da Roberto Marchetti.

Il gap con gli avversari fortunatamente non è impossibile da colmare, attualmente Hosciuc è in quinta posizione a 10 punti dalla quarta piazza e 58 dalla vetta capitanata da Luca Lunetta. La speciale classifica riservata ai costruttori vede la Racetech in quinta piazza a 20 punti dalla quarta.

La squadra scenderà in pista giovedì 25 per le sessioni di prove libere per poi proseguire il percorso delle prove ufficiali e gare del sabato e domenica.

La programmazione televisiva prevede la trasmissione in diretta tramite il portale www.elenvensports.it  sezione Civ.

Di seguito gli orari delle gare:

Sabato ore 16.05 (apertura pit lane) ore 16.20 Start

Domenica ore 16.00 /apertura pit lane) ore 16.15 Start

CLASSIFICA PILOTI

CLASSIFICA COSTRUTTORI

  • Pubblicato in PreMoto3

Hosciuc conferma il podio

Gara2 disputata nel pomeriggio di domenica 31 marzo ha visto la conferma di Jacopo Hosciuc sul terzo gradino del podio.
La prova della bontà dell'azione propedeutica del 2 tempi viene dal podio di oggi. Luca Lunetta, campione in carica della MiniGp50, Filippo Bianchi e Hosciuc, rispettivamente campione e vice campione della Premoto3 125 2t. 

Gara da incorniciare di Jacopo Hosciuc: il tredicenne ha capitanato il gruppetto degli inseguitori di Lunetta per tutte le 14 tornate. Gli attacchi da parte di Farioli (nìpote del grande Arnaldo), Cangelosi (finito poi out), Baiamonte, Max Toth, Filippo Bianchi  e Manuel Margarito hanno reso entusiasmante la gara nonostante la fuga di Luca Lunetta.
 
Hosciuc alla seconda tornata ha registrato il best lap personale in 1.49.87 migliorando di quasi 5 decimi il crono di gara1.
Un' altalena per tutta la gara tra il secondo e il terzo posto ha portato Hosciuc vicinissimo alla seconda piazza quando l'attacco deciso di Bianchi ha disorientato Hosciuc. La grande bagarre negli ultimi due settori ha catalizzato l'attenzione di spettatori e addetti ai lavori. Hosciuc chiude la gara in terza posizione a pochi centesimi da Bianchi.

Si chiude questo primo round portando in casa la terza posizione della classifica piloti e costruttori. 
Un risultato dedicato a tutte le persone che hanno creduto in questo nuovo progetto fortemente voluto da Roberto Marchetti. 

Ro.Ma.

CLASSIFICA ANALISI TEMPI CLASSIFICA  CAMPIONATO CLASSIFICA COSTRUTTORI
icona pdf icona pdf  icona pdf icona pdf

Podio al debutto

Gara al cardiopalma per Jacopo Hosciuc.

Con uno scatto felino allo start, Hosciuc entra alla curva 1 in seconda piazza. Chiude il primo settore in quarta piazza e mantiene questa posizione fino al sesto giro. Dalla settima tornata subisce la rimonta di Filippo Bianchi e di Manuel Margarito. Da quel momento parte l'innesco che lo porta prepotentemente a ridosso del podio.

Farioli cade al curva del Carro e fortunatamente Hosciuc lo evita recuperando terreno su Cangelosi. Ultimo giro da antologia. Subisce l'attacco di Bianchi e Margarito ma nel settore dove siglerà il best sector (settore3) si infila tra i due chiudendo la gara ad un soffio dal secondo classificato Davide Cangelosi.

Appuntamento per gara2 di domenica 31 marzo alle ore 16.15 con il servizio live-timing sempre dalla home page del sito www.academygp.it

Ro.Ma.

CLASSIFICA ANALISI TEMPI CLASSIFICA CLASSIFICA COSTRUTTORI
icona pdf icona pdf  icona pdf icona pdf

Seconda fila per Hosciuc

La qualifica decisiva per l'assegnazione della casella di partenza vede Jacopo Hosciuc in seconda fila. Il giovanissimo centauro rumeno ha tentato l'assalto alla prima fila ma non è riuscito nel suo intento.
L'orario mattutino ha inizialmente creato qualche problema di grip e in effetti Jacopo ne ha sofferto quasi per tutta la durata della prova.
 Il best lap personale lo raggiunge alla nona tornata con il crono di 1.50.36 di poco superiore a quello registrato in Q1.
"Non riuscivo a spingere, il retro treno scivolava e non potevo spingere più di così" questa la dichiarazione di Hosciuc.

Appuntamento per gara1 alle ore 15.30. Per gli appassionati internauti è disponibile il servizio live-timing direttamente dalla home page del sito www.academygp.it

Ro.Ma. 

CLASSIFICA CLA. RIEPILOGATIVA ANALISI TEMPI
icona pdf  icona pdf  icona pdf

La PreMoto3 parte da Misano

Il fine settimana del 31 marzo 2019 segna l’inizio del campionato italiano velocità Premoto3. Un nuovo percorso per l’AcademyGP di Roberto Marchetti, deus ex machina del progetto dedicato ai giovani. Nelle passate tre stagioni, la squadra nata e cresciuta nel contesto dell’unico campionato riservato alle 2 tempi, ha gettato le basi per la crescita di giovanissimi recuperati da altri campionati producendo di fatto un ricollocamento in altri ambiti. Il percorso iniziato con le due tempi da gran premio in versione libera (70kg per 45cv-Honda 125Rs) prosegue nel 2019 nel contesto MotoEstate con il diciannovenne Alessandro Ambrosi. La grande novità riguarda il rientro di Marchetti nel massimo campionato nazionale, il C.i.v.

Già nel 2007 la compagine romana esordì nella classe 125Gp addirittura con la vittoria al primo round del piemontese Roberto Lacalendola in sella alle azzurre Aprilia Rsv. In quell’anno un’altra strepitosa vittoria fu quella del folignate Gioele Pellino proprio sul circuito di Misano.

La nuova squadra impegnata nel Civ Premoto3 in realtà impiega delle maestranze che hanno radici profonde nel racing targato 2 tempi. In primis il responsabile tecnico: il beneventano Gennaro Citarella uomo di fiducia dell’Andrea d’Abruzzo e con in carniere gli ultimi due titoli nazionali con Matteo Bertelle e Filippo Bianchi. Il cinquantenne incarna l’autentico spirito del sud, poche parole e duro lavoro per centrare gli obiettivi importanti. I meccanici Marco Giglio di Campobasso e il romano Luca Barbareschi completano il trio tecnico. New entry per il romano Riccardo Ioli. Lo studente di Ingegneria della Sapienza, in forza al team Sapienza Gladiators ricopre il ruolo di telemetrista. Carlo Galli, compagno di mille battaglie, si occupa della logistica.

Il fulcro dell’intero progetto AcademyGP è il tredicenne Jacopo Hosciuc. Romano di nascita e originario della Romania, Jacopo ha la “fame” di chi con poco a disposizione ha fatto tanto nella sua pur breve carriera. Una volontà di ferro per un unico obiettivo. Un allenamento invernale fatto di crossfit, Flat Track, Supermotard sta influendo positivamente sul carattere del piccolo romano. Un’umiltà esemplare figlia di una educazione che ha radici profonde. In sella alla nuova Racetech-Yamaha Jacopo #6 ha avuto delle ottime sensazioni nei test effettuati a Binetto e Misano e si dice fiducioso di poter lottare con i migliori della classe.

Hosciuc è l’unico pilota della squadra in Premoto3. Edoardo Savioli, campione in carica delle Pit-Bike 12 pollici, ha provato sia a Binetto che a Misano. Il romano non ha apprezzato le doti del nuovo telaio e complice il mancato affiatamento con il gruppo di lavoro ha deciso di rinunciare al debutto sui prototipi a 4t. 

Occhi puntati quindi sulla nuova squadra AcademyGP e Jacopo Hosciuc in sella alla Racetech Premoto3.

Ro.Ma.

Photo Credit: Giuseppe Ferri

Sottoscrivi questo feed RSS