Questo sito utilizza i cookie per offrire un servizio migliore ai propri utenti.

itenfrdejasv

La PreMoto3 parte da Misano

  • Letto 483 volte
  • Print Friendly and PDF
In evidenza La PreMoto3 parte da Misano Giuseppe Ferri
Vota questo articolo
(1 Vota)

Il fine settimana del 31 marzo 2019 segna l’inizio del campionato italiano velocità Premoto3. Un nuovo percorso per l’AcademyGP di Roberto Marchetti, deus ex machina del progetto dedicato ai giovani. Nelle passate tre stagioni, la squadra nata e cresciuta nel contesto dell’unico campionato riservato alle 2 tempi, ha gettato le basi per la crescita di giovanissimi recuperati da altri campionati producendo di fatto un ricollocamento in altri ambiti. Il percorso iniziato con le due tempi da gran premio in versione libera (70kg per 45cv-Honda 125Rs) prosegue nel 2019 nel contesto MotoEstate con il diciannovenne Alessandro Ambrosi. La grande novità riguarda il rientro di Marchetti nel massimo campionato nazionale, il C.i.v.

Già nel 2007 la compagine romana esordì nella classe 125Gp addirittura con la vittoria al primo round del piemontese Roberto Lacalendola in sella alle azzurre Aprilia Rsv. In quell’anno un’altra strepitosa vittoria fu quella del folignate Gioele Pellino proprio sul circuito di Misano.

La nuova squadra impegnata nel Civ Premoto3 in realtà impiega delle maestranze che hanno radici profonde nel racing targato 2 tempi. In primis il responsabile tecnico: il beneventano Gennaro Citarella uomo di fiducia dell’Andrea d’Abruzzo e con in carniere gli ultimi due titoli nazionali con Matteo Bertelle e Filippo Bianchi. Il cinquantenne incarna l’autentico spirito del sud, poche parole e duro lavoro per centrare gli obiettivi importanti. I meccanici Marco Giglio di Campobasso e il romano Luca Barbareschi completano il trio tecnico. New entry per il romano Riccardo Ioli. Lo studente di Ingegneria della Sapienza, in forza al team Sapienza Gladiators ricopre il ruolo di telemetrista. Carlo Galli, compagno di mille battaglie, si occupa della logistica.

Il fulcro dell’intero progetto AcademyGP è il tredicenne Jacopo Hosciuc. Romano di nascita e originario della Romania, Jacopo ha la “fame” di chi con poco a disposizione ha fatto tanto nella sua pur breve carriera. Una volontà di ferro per un unico obiettivo. Un allenamento invernale fatto di crossfit, Flat Track, Supermotard sta influendo positivamente sul carattere del piccolo romano. Un’umiltà esemplare figlia di una educazione che ha radici profonde. In sella alla nuova Racetech-Yamaha Jacopo #6 ha avuto delle ottime sensazioni nei test effettuati a Binetto e Misano e si dice fiducioso di poter lottare con i migliori della classe.

Hosciuc è l’unico pilota della squadra in Premoto3. Edoardo Savioli, campione in carica delle Pit-Bike 12 pollici, ha provato sia a Binetto che a Misano. Il romano non ha apprezzato le doti del nuovo telaio e complice il mancato affiatamento con il gruppo di lavoro ha deciso di rinunciare al debutto sui prototipi a 4t. 

Occhi puntati quindi sulla nuova squadra AcademyGP e Jacopo Hosciuc in sella alla Racetech Premoto3.

Ro.Ma.

Photo Credit: Giuseppe Ferri