Questo sito utilizza i cookie per offrire un servizio migliore ai propri utenti.

itenfrdejasv

Ambrosi in rimonta - Savioli manca il podio

Ottima rimonta di Ambrosi e Savioli ad un soffio dal podio. Il round 5 del trofeo Moto Estate disputato a Varano dè Melegari ha regalato molte emozioni. Alessandro Ambrosi tornato sul circuito parmense forte dell’esperienza fatta nel round2, ha avuto un ottimo avvio già dalla prima prova libera. Segnali importanti che hanno consolidato la consapevolezza di poter concretizzare un buon piazzamento. Un’ottimo crono in prova ufficiale (1.16.45- Q1 del sabato) gli ha consentito di aprire la 4° fila dello schieramento. Un disastrato avvio allo spegnersi del semaforo non ha impedito al giovane perugino di perdersi d’animo. In poche tornate riagguanta il gruppetto centrale e comincia un bel duello con Ferri in sella alla Supermono 450. “In accelerazione e in staccata perdevo terreno ma in percorrenza di curva guadagnavo molto, quindi mi sono fatto coraggio e alla fine sono riuscito a sorpassarlo e a stampare il mio best lap (1.16.46), questa la dichiarazione.

Edoardo Savioli, ha avuto un ottimo approccio con la Racetech-premoto3 e la nuova direzione tecnica capitanata da Angelo Nava. Prove libere e qualifiche effettuate con dei crono interessanti e in crescendo. Il ragazzo è perentorio nelle richieste e sa quello che vuole. Allo start parte bene e rimane vicino alla piazza d’onore che era nelle mani di Marco Dall’Aglio in sella alla Moretti SuperMono. “Lo avevo nel mirino, alla staccata della curva 1 sono riuscito a mettergli pressione ma poi alla curva 3 ho perso l’anteriore e per fortuna sono riuscito a rimanere in piedi, ma dal quel momento non me la sono sentita di spingere e mi sono accontentato della quarta piazza”. Questa la dichiarazione a caldo del romano. I crono sono stati di tutto rispetto attestando il suo best lap su 1.15.25.

Il trofeo MotoEstate ottimamente organizzato dal gruppo Sh-Group capitanato da Filippo Del Monte ha chiuso in bellezza la stagione. Il paddock ha vantato il tutto esaurito con oltre 160 piloti impegnati nelle varie categorie. Presente anche il team della Università di Brescia supportato dalla Gi.Vi. che ha messo in pista proprio nella classe SuperMono la moto realizzata per il programma MotoStudent.

Il prossimo appuntamento per la squadra AcademyGP avrà luogo al Mugello per il round 5 del campionato italiano velocità nel fine settimana del 22 settembre 2019.

Ro.Ma.

  ANALISI TEMPI CLASSIFICA
Q1 icona pdf icona pdf
Q2 icona pdf icona pdf
GARA icona pdf icona pdf

  • Pubblicato in 125GP

Ambrosi nella pioggia di Varano

A Varano dè Melegari, domenica 19 maggio  è andato in scena il secondo round del campionato Igp125. Anche in questo appuntamento la 125gp a due tempi è stata accorpata alla classe SuperMono e alla 250Sport a due tempi e per l’occasione con la Monster Cup.

Alessandro Ambrosi in forza al progetto AcademyGP ha accumulato esperienza con la ottavo di litro. Un fine settimana all’insegna del freddo e della pioggia dove la concentrazione e la sensibilità sono state le armi vincenti per arrivare al traguardo. Per tutte le entrate in pista sono stati utilizzati pneumatici da pioggia Bridgestone Battlax che hanno offerto un alto livello di grip. Dopo le prove libere effettuate nella mattina di sabato 18, sono state effettuate le qualifiche nel pomeriggio. Ambrosi ha migliorato la sua posizione in un crescendo che faceva ben sperare per la gara. Conquista alla fine del secondo turno l’ottava casella della griglia di partenza, quindi terza fila dello schieramento.

Pista pronta per lo start delle 11.50, con l’asfalto che andava via via asciugandosi, spingendo al dubbio tutti i piloti se montare gli pneumatici da asciutto. Una leggera pioggia qualche minuto prima dell’entrata in pista ha indotto a lasciare montate le rain.

Allo spegnersi del semaforo rosso Ambrosi scatta al rallenty e la sua gara viene compromessa. Le tornate iniziali le ha utilizzate per prendere le misure con l’asfalto ancora non del tutto bagnato per poi cominciare ad inanellare buoni crono e rimanere agganciato al secondo gruppo di testa. Una gara purtroppo di appena 8 giri non gli ha permesso di completare la rimonta ma l’esperienza accumulata in questa seconda gara sulle ruote alte consolida in lui l’autorevolezza per affrontare i prossimi appuntamenti con ancora maggiore concentrazione.

Il prossimo round dell’Igp125 avrà luogo al circuito Tazio Nuvolari di Cervesina il fine settimana del 23 giugno 2019.

Ro.Ma.

  • Pubblicato in 125GP

A PODIO CACCAMO E SCORPANITI

Il round finale del campionato International Grand Prix 125 verrà ricordato per le mutevoli condizioni di grip del circuito. Il meteo a Varano dè Melegari ha riservato sorprese e i piloti sono stati molto impegnati per la ricerca del grip ideale.

L’esperienza del trentaduenne Mirco Modesti in sella alla Honda del team Berga E.E. ha fatto la differenza. Il toscano con una guida brillante ma fluida ha interpretato al meglio le condizioni di grip senza essere mai stato impensierito da Simone Caccamo oggi ottimo secondo. Alex Scorpaniti chiude il podio con un lieve distacco.

Andrea Campaci, con una condotta di gara accorta, si è piazzato ai piedi del podio. Partito unicamente per conservare il vantaggio accumulato in ottica titolo, dopo la vittoria al Mugello, ha cominciato a fare calcoli conquistando oggi un meritatissimo titolo di campione International Grand Prix 125 2018.

Campaci, esordiente in 125gp, con il suo modo particolare di approcciarsi al racing, si è accattivato la simpatia di tutto il paddock Igp.

Un ringraziamento particolare è indirizzato a Bridgestone Italia per il supporto al progetto Academy con la fornitura delle coperture Bridgestone Battlax GP3, a Magigas per la fornitura del carburante x-flame 102, a Domino Racing, Arai-Ber per i caschi ceduti in comodato, Vircos per le speciali convenzioni d’acquisto.

Ro.Ma.

  • Pubblicato in 125GP

2TSPECIAL TROPHY: FALETTI E BANZOLA

L’evento Two Stroke is Back! Si è svolto a Varano dè Melegari nella giornata di domenica 16 settembre 2018. La rinnovata formula di prove libere con servizio di cronometraggio ha incentivato la partecipazione di oltre 40 due tempisti di tutte l’età.

Una zona del paddock dedicata alla manifestazione ha permesso ai numerosi appassionati di vedere dal vivo moto da gran premio, special, sport production. Molte di queste sono scese in pista per la gioia dei tanti intervenuti. Profumi e suoni che lasciano il segno nella memoria racing.

I conduttori sono stati inizialmente divisi in due gruppi (amatori ed esperti) in base al best lap personale dichiarato al momento dell’iscrizione. Il crono di sbarramento è stato di 1.23.00. Nella mattina si sono svolte le prime due prove per ciascun gruppo e nell’intervallo dopo un attento monitoraggio delle prestazioni ci sono stati dei travasi di piloti da un gruppo all’altro. Il livellamento delle prestazioni in pista è l’obiettivo primario per rendere piacevole e sicura la guida degli appassionati scesi in pista che ricordiamo non sono piloti licenziati.

La particolare formula di selezione per la redazione di una lista di arrivo è stata progettata per premiare coloro i quali riescono a compiere tre giri (della 4° sessione di prove) più simili tra loro e vicini al best lap del gruppo. Un calcolo non previsto dalla procedura automatica ma che con un calcolo manuale ha decretato i campioni della 6° edizione del 2T Special Trophy: Claudio Faletti su Honda 125 Nsr e Marco Banzola su Aprilia 250 Rs, rispettivamente per la categoria amatori e esperti. Nella categoria esperti in verità compare nella lista Giuseppe Michelotto, pilota regolarmente licenziato nel campionato Igp 250, che è intervenuto a Varano per la ricerca della messa a punto ideale in vista dell’ultimo round Igp del 7 ottobre 2018.

Completano il podio degli amatori: Alberto Schiavon, Gionata Grassi, Pietro Bolondi, Lorenzo Milani, Alessandro De Palma. Per gli esperti: Massimo Gornati, Adriano Delucchi, Marcello Casetti, Nicola Larocca, Lamberto Pedini.

Appuntamento per la settima edizione prevista per giugno 2019.

Ro.Ma.

DOWNLOAD TEMPI

ACADEMY: A VARANO IL TEST 2019

Sabato 28 luglio si è svolto a Varano dè Melegari il test ufficiale del progetto Academy Igp 2019. Un test che ha richiesto un’organizzazione particolare per la gestione dei ragazzi minorenni di cui alcuni sprovvisti della licenza Fmi. Il supporto della direzione autodromo è stato fondamentale per il corretto svolgimento del test.

 I primi a scendere in pista sono stati Matteo Pruni (16anni) e Simone Zamboni (17anni). Il sedicenne, forse sottovalutando le potenzialità della Honda 125Gp messagli a disposizione, alla fine del primo giro compie un errore e si ritrova nella ghiaia terminando in quel momento il suo test.  Buona la prova invece per Zamboni. Il savonese, fermo nel 2018 per la cronica mancanza di budget, con uno stile smaliziato porta a casa il best lap di giornata con il crono di 1.19.00.

Alla ripresa dell’attività il primo a scendere in pista è Alessandro Ambrosi  di Perugia (18anni) seguito da Francesca Cagna (14anni) e da Simone Bonamici (13anni). Il trio di licenziati Fmi ha condotto ottimamente il test (3 entrate da 10 minuti per ogni convocato). La piccola cuneese, ascoltati i consigli del box, ha affrontato la terza sessione a testa bassa conquistando all’ultima tornata il best lap del gruppo con il crono di 1.21.90. Per Bonamici un passo costante con il miglior giro in 1.22.10 e per Ambrosi ultima tornata in 1.23.89. Per Ambrosi il traffico in pista è stato più evidente e probabilmente con un pochino di tranquillità sarebbe stato in grado di abbassare ulteriormente il tempo.

Il prossimo test ufficiale si svolgerà a settembre sempre sul circuito Riccardo Paletti di Varano dè Melegari.

Ro.Ma.

  • Pubblicato in 125GP

Two Stroke is back! Un grande successo

Si è svolta sul circuito Riccardo Paletti di Varano dè Melegari la 5a edizione del Two Stroke is Back!

Edizione contestualizzata nell’ evento Wildays, manifestazione lifestyle in cui i tanti appassionati del genere si sono dati appuntamento. Esibizioni di flat track, enduro, minicross e percorsi per neofiti entro/fuoristrada insieme alla variegata offerta di street food hanno completato il quadro inusuale per l’autodromo parmense.

Un’aerea completamente dedicata alle moto a due tempi ha contribuito al successo della manifestazione. La collina in fondo al paddock è stata in mano ai due tempisti con scuderie, mercatino, mostra di moto special e grandi classici.

La nuova proposta del moto club Igp2t, il 2T Special Trophy, è stata ovviamente la regina dell’evento. Oltre 60 partecipanti sono scesi in pista divisi in due gruppi selezionati in base alla capacità ed esperienza. Un metodo che tutela i partecipanti e rende molto equilibrato il senso competitivo.

I partecipanti sono scesi in pista 4 volte  divisi in “Amatori” ed “Esperti”. I crono rilevati nelle due sessioni del mattino sono stati oggetto dell’analisi per eventualmente fare degli spostamenti da un gruppo all’altro. Il quarto turno, svolto nel pomeriggio, ha premiato la regolarità di percorrenza: i partecipanti dovevano compiere 3 giri più vicini tra loro tenendo il riferimento sul best lap del turno.

Nel gruppo Amatori si è distinto in primis Giuliano Bianchera seguito dallo svizzero Adrien Dutrannois , Christian Bensi, Alessandro De Palma e Davide Fortin.

Nel gruppo Esperti il primo gradino del podio è andato a Alessandro Amadei seguito da Massimo Gornati, Marco Chinello, Davide Anselmi e Edoardo Spadoni.

I best lap sono andati a Andrea Monticelli (amatori) e Giuseppe Michelotto (esperti).

La speciale classifica Over è stata appannaggio di Amadei seguito da Luciano Scialanga, Marco Dalò,Otello Tesori e Diego levighi.

Un ringraziamento particolare è indirizzato alle aziende Arai-ber, Magigas, Domino Group, Gruppo Forte, De Bosses partner tecnici dell’iniziativa.

Ro.Ma.

RISULTATI TSB

Sottoscrivi questo feed RSS