Questo sito utilizza i cookie per offrire un servizio migliore ai propri utenti.

itenfrdejasv

Mugello dolce-amaro per Hosciuc

Round 5 dolce amaro per la squadra AcademyGP e Jacopo Hosciuc. La giornata dedicata alle prove libere, giovedì 19 settembre, ha inaugurato il fine settimana tutto in salita della compagine romana. Il primo turno tutto sommato è filato liscio anche con condizioni di grip poco favorevoli. I successivi due turni sono stati vanificati da un contatto elettrico che mandava in blocco la bobina di accensione motore.

La prova libera cronometrata del venerdì ha messo in evidenza l’ottimo feeling di Hosciuc con la nuova ciclistica, suo il terzo crono a 1,2s dal capofila Lunetta. La prima prova ufficiale disputata nel pomeriggio ha confermato sul podio virtuale la presenza di Hosciuc al terzo posto con il crono di 2.05.92 con un ritardo dal capofila di 0,660s.

L’ultima prova ufficiale iniziata alle ore 9.30 del sabato ha visto alternarsi al vertice almeno sei piloti. La spunta Filippo Farioli con il crono di 2.05.02 con Hosciuc che conquista la quarta casella dello schieramento con un ritardo di appena 0,263s.

Gara1 iniziata alle 16.00 ha visto protagonista una serratissima lotta al vertice. Hosciuc nel corso della prima tornata perde terreno fino a transitare ottavo al primo passaggio. Tra il secondo e il terzo giro recupera sei posizioni fino a raggiungere il capofila Christian Lolli. Per oltre sette delle dodici tornate il duello ravvicinato tra i due tredicenni sembra far pensare ad un finale a due. Ma evidentemente il loro duello ha permesso agli inseguitori capitanati da Cangelosi di guadagnare terreno e prendere la scia sul lungo rettilineo che porta al traguardo. Finale trilling con sei piloti a contendersi le scie che vede Cangelosi tagliare per primo il traguardo. Hosciuc con un ritardo di appena 0,200s transita in quinta posizione.

Le previsioni meteo vengono confermate dalla pioggia copiosa caduta dalla notte fino a metà della mattina della domenica. Il warm up viene effettuato in condizioni di pista bagnata e l’alfiere della AcademyGP  si è trovato subito bene con il particolare grip.

Gara2 prevista per le 17.00 subisce un ritardo nello start dovuto allo stop forzato della gara precedente. Alle 18.00 lo start dell’ultima gara in programma, la Premoto3.

Il primo pomeriggio ha visto un tiepido sole che seppur lentamente stava asciugando il nastro di asfalto del Mugello. Ma proprio in vista della gara riservata alle quarto di litro un rovescio la bagnava nuovamente costringendo tutti i piloti al montaggio delle coperture rain.

Allo spegnersi del semaforo Hosciuc scatta discretamente, il primo passaggio lo vede transitare in terza posizione. Nel corso del secondo giro perde terreno fino alla dodicesima piazza per poi nel successivo passaggio ritirarsi per il cattivo funzionamento del sensore del Tps.

Due dei tre zeri della classifica di Jacopo Hosciuc sono dovuti a problemi derivanti da problemi elettrici del cablaggio originale Yamaha fornito come kit e approvato dalla Fmi, un cablaggio progettato per le moto da motocross.  Questo tipo di problema rilevato da diversi team sta minando la fiducia nel fornitore e soprattutto le aspettative di piloti, genitori e squadre.  Auspichiamo un intervento decisivo da parte degli organi competenti per far si che delle belle gare non vengano rovinate da decisioni superficiali e inadeguate.    

Il prossimo appuntamento sarà il round finale del campionato e avrà luogo sul circuito Vallelunga di Campagnano di Roma nel fine settimana del 6 ottobre 2019.

Ro.Ma.

  CLASSIFICA ANALISI TEMPI
R1 icona pdf icona pdf
R2 icona pdf icona pdf
     

CLASSIFICA CAMPIONATO

CLASSIFICA COSTRUTTORI

  • Pubblicato in PreMoto3

PreMOTO3 CIV: al Mugello per il riscatto

Il fine settimana del 22 settembre 2019 vede tornare al Mugello, dopo uno stop di due mesi, il circus del C.i.v. La squadra AcademyGP torna in pista con il suo pilota di punta Jacopo Hosciuc e l’ esordiente a ruote alte Cesare Tiezzi. Il giovane piemontese deciderà di proseguire l’avventura in questo round in base alle prestazioni espresse durante le sessioni di prove libere.

La squadra ha un nuovo assetto tecnico capitanato dal milanese Angelo Nava e da luca Barbareschi già in forza nel progetto. Nei test condotti proprio sul circuito toscano il 26 agosto sono stati provati vari assetti e nell’occasione è sceso in pista l’undicenne Demis Mihaila. I crono dei due ragazzi sono stati costantemente tra i migliori della giornata e questo ha dato fiducia all’intera compagine romana.

Attualmente Hosciuc è in quinta posizione a 7 punti dalla quarta piazza e 67 dalla vetta capitanata da Luca Lunetta. La speciale classifica riservata ai costruttori vede la Racetech in quinta piazza a 29 punti dalla quarta.

La squadra scenderà in pista giovedì 19 per le sessioni di prove libere per poi proseguire il percorso delle prove ufficiali e gare del sabato e domenica.

La programmazione televisiva prevede la trasmissione in diretta tramite il portale www.elenvensports.it  sezione Civ.

Di seguito gli orari delle gare:

Sabato ore 15.45 (apertura pit lane) ore 16.00 Start

Domenica ore 17.05 /apertura pit lane) ore 17.20 Start

CLASSIFICA CAMPIONATO

  • Pubblicato in PreMoto3

Test al Mugello per Hosciuc e Mihaila

Lunedì 26 agosto la squadra AcademyGP , approfittando del fine settimana di gare del trofeo Klass 125, ha svolto un test con le Racetech premoto3.

Angelo Nava, nuovo responsabile tecnico della squadra coadiuvato da Luca Barbareschi, ha portato una ventata di entusiasmo al box e i risultati sono subito arrivati.

Per questo test sono scesi in pista Jacopo Hosciuc , attualmente quinto in campionato e l’undicenne Demis Mihaila. Quest’ultimo all’esordio assoluto al Mugello, sta preparando l’ingresso al campionato italiano 2020. Gli addetti ai lavori sono rimasti favorevolmente sorpresi per l’autorevolezza con cui Demis ha gestito l’approccio con i lunghi sali e scendi del tracciato toscano.

Hosciuc è stato messo in condizione di provare vari setting e quello scelto sul finale della mattina lo ha particolarmente convinto soprattutto nell’ultimo settore di pista.

L’intenso programma di prove stabilito è stato interrotto nel primo pomeriggio per la pioggia torrenziale che ha reso impraticabile la pista.

Gli ultimi due round del Civ che si terranno al Mugello il 22 settembre e a Vallelunga il 6 ottobre saranno decisivi per il riscatto di Jacopo Hosciuc. “Siamo convinti del suo potenziale e non ci risparmieremo ad investire ulteriormente risorse per assecondarlo” questa la dichiarazione del patron Roberto Marchetti che prosegue “Demis è al secondo test sulla Racetech e sinceramente non sono sorpreso per la sua bella prestazione qui al Mugello, è un ottimo pilota e credo che possa essere il riferimento per la stagione 2020”.

L’annuncio dell’ accordo con la famiglia Mihaila, salvo qualche dettaglio da rivedere, sembra essere vicino.

Ro.Ma.

  • Pubblicato in PreMoto3

Esperienza positiva per Ambrosi

Gara tutta in salita per Alessandro Ambrosi al Mugello. Una corsa travagliata dalle condizioni climatiche ha messo a dura prova la squadra e il pilota.

Le prove libere del venerdì sono iniziate con un passaggio in pit lane per un inconveniente tecnico che ha costretto il perugino ad uno stop di alcuni giri. La seconda prova libera è stata falcidiata poco prima dell’inizio da un improvviso temporale. Ambrosi al termine della prima tornata viene disarcionato dalla sua Honda.

I pochi giri percorsi obbligano Ambrosi ad impegnare le prove ufficiali per assimilare il più in fretta possibile la conoscenza dell’impegnativo tracciato toscano.

In effetti in Q2 Alessandro migliora il suo crono di nove decimi, e questo rinvigorisce l’entusiasmo di tutta la squadra.

Un buon warm up consolida il percorso di avvicinamento ai crono alla portata dell’esordiente diciannovenne.

La gara divisa in due, gara A e gara B, è stata composta con la classe 250gp da una parte e dall’altra la 125gp accorpata alla 250sp.

Un forte temporale inonda completamente la pista nel primo pomeriggio e obbliga il paddock delle due tempi ad un reset generale. Ambrosi parte in condizioni di “wet race” compiendo due tornate di warm up lap. Allo spegnersi del semaforo non è evidentemente lesto ma riesce a finire il primo giro in tredicesima posizione. Dopo una prima parte di gara impiegata a prendere il giusto feeling con il particolare grip, Ambrosi segna il suo best lap alla penultima tornata conquistando anche la quinta piazza della classe 125gp.

Il prossimo appuntamento per Ambrosi sarà l’ultimo round del trofeo Motoestate che si terrà a Varano dè Melegari il fine settimana del 15 settembre 2019.

Ro.Ma.

CLASSIFICA GENERALE

CLASSIFICA CLASSI

icona pdf icona pdf

  • Pubblicato in 125GP

Hosciuc: Dottor Jekyll e Mr Hyde

Il fine settimana del 28 aprile 2019 il circus del campionato italiano velocità è approdato sulle colline toscane del circuito del Mugello. La prima volta per Jacopo Hosciuc in sella alla Racetech a quattro tempi ha sancito un ottimo feeling con le doti tecniche del nuovo propulsore fornito dalla Yamaha.

Un percorso di avvicinamento alle gare segnato da un approccio con le prove libere del giovedì e del mattino del venerdì poco esaltante. In ogni caso la distanza cronometrica dalla vetta si è attestata nell’ordine dei 10-13 decimi fino a gara1 disputata il sabato pomeriggio. Protagonista di questa prima gara è stato certamente il forte vento che ha condizionato non poco le prestazioni. Il capo classifica Luca Lunetta ha provato nelle prime fasi di gara a scappare ma già alla fine del terzo dei 12 giri previsti è stato risucchiato dal gruppo degli inseguitori tra cui era presente anche Hosciuc. Transitato alla quinta tornata in terza posizione, è stato penalizzato dal gioco delle scie complice anche il rapporto evidentemente corto per la prestazione cronometrica.

In effetti Hosciuc dalla migliore qualifica ha migliorato il suo best lap in gara1 di oltre 7 decimi, cosa che ha pregiudicato il rendimento della rapportatura studiata. Probabilmente anche il vento a favore sul lungo rettilineo dell’arrivo lo ha penalizzato facendo raggiungere troppe volte il limitatore di giri imposto per regolamento a 12700/rpm.

Posizione finale al settimo posto poi rivisto al sesto posto dopo la squalifica per irregolarità tecnica di Sciarretta. In classifica di campionato la quota dopo gara1 è 42 punti ad appena 9 punti dalla seconda posizione di Filippo Bianchi.

Gara2 – pista bagnata. Hosciuc per la prima volta sul bagnato con la Racetech parte convinto e già alla curva 3 (Poggio Secco) è in testa alla corsa. Per tutta la gara (ridotta a 11 giri) Jacopo affronta le insidie con grande determinazione e riesce a compiere 8 tornate in testa alla gara nonostante gli attacchi di Manuel Margherito prima e di Luca Lunetta.

Nel corso dell’ultima tornata accumula un vantaggio di circa sette decimi. Tra le curve “Arrabbiata 1 e 2” c’è un tentativo di sorpasso di Lunetta. Jacopo si presenta primo all’ultima curva “Bucine” (lungo tornante in discesa) ma il traguardo è ancora lontano e Lunetta è molto lesto a prendere la scia ed arriva per primo alla bandiera a scacchi con un distacco di due decimi. Nella scia anche Filippo Bianchi che cerca di approfittare ma non riesce nell’impresa. Secondo posto per Jacopo Hosciuc con il secondo best lap in gara.

Appuntamento per il test di Imola previsto per il 9 giugno 2019 in vista del terzo round di fine giugno.

Ro.Ma. 

CLASSIFICA

GARA 1

CLASSIFICA

GARA 2 

CLASSIFICA

COSTRUTTORI

CLASSIFICA

CAMPIONATO 

icona pdf icona pdf   icona pdf icona pdf 

  • Pubblicato in PreMoto3

PreMoto3: pronti per il Mugello

L’AcademyGP al Mugello per il round2 del campionato Italiano Velocità. La nuova compagine che trova la sue radici nel racing targato 2T, è pronta per affrontare l’esame del veloce e tecnico tracciato fiorentino.

Uno dei pochi circuiti del circus mondiale ad essere rimasto invariato per decenni se non per migliorare il livello di sicurezza. Teatro di mille sfide tra i grandi del motociclismo moderno è considerato un autentico banco di prova per i piloti in erba. 5200 metri caratterizzati da prendii importanti e “scollinamenti” che mettono a dura prova la concentrazione e il talento.

Archiviato l’ottimo risultato di Misano Adriatico (2 podi) di Jacopo Hosciuc, la squadra ha lavorato per elaborare i dati registrati e ottimizzare il set up per la nuova sfida. La nuova moto Racetech motorizzata con il propulsore yamaha 250 4t, risponde bene alle regolazioni e senza esasperare la messa a punto il giovane Hosciuc darà il suo contributo per raggiungere l’obiettivo più ambito.

Arianna Barale scenderà in pista per un test con la Racetech. Si tratta della prima esperienza assoluta su una premoto3 e su una pista internazionale. C’è molta attenzione mediatica su questa operazione, in effetti si tratta di un esordio clamoroso. La ragazza appena dodicenne, già conosciuta nell’ambiente, si misurerà con i coetanei maschietti con un mezzo all’altezza della situazione. Nel recente passato ci sono stati passaggi di numerose colleghe come Daniela Tognoli e Cristina Peluso che nella diffidenza dei tanti personaggi del paddock di allora hanno ben figurato anche nelle apparizioni mondiali. Ai giorni nostri, la palma di miglior pilota donna è della spagnola Ana Carrasco con il titolo mondiale della SS300 conquistato nel 2018. Non può esserci migliore occasione di questa per esordire. In bocca al lupo Arianna #41.

Appuntamento a giovedì 25 aprile per le prime prove del round2 del Civ PreMoto3. Da venerdì sarà possibile seguire le prestazioni cronometriche direttamente dalla sezione live-timing del sito www.mugellocircuit.it

Ro.Ma.

  • Pubblicato in PreMoto3

CAMPACI CONQUISTA IL MUGELLO

Il round 4 del Mugello si ricorderà per il meteo protagonista. Temporali, caldo torrido e infine tramontana per la gara. Il trio Academy Official, Andrea Campaci, Alex Scorpaniti e Simone Caccamo ha sofferto per le poche tornate effettuate sul tracciato toscano a causa della pioggia. Seconda prova ufficiale con protagonista un temporale che ha indotto i piloti a non scendere in pista e il warm up che ha visto scendere in pista il solo Scorpaniti. Andrea Campaci è stato il più bravo ad interpretare le particolari condizioni di grip del Mugello. Il milanese con le sue linee di traiettoria morbide e con un’ottima velocità di percorrenza è riuscito a gestire una gara difficile. Ha condotto la gara per otto dei dieci giri previsti presentandosi primo sul traguardo in volata su Mirko Gennai (Honda Biagioli Corse) e Mirco Modesti (Honda Berga E.E.). Per Campaci pole position (2.06.53) e vittoria del round 4 Igp.

Per Caccamo e Scorpaniti un ritiro al medesimo giro (il settimo) per caduta. Il tanto vento e lo scarso grip hanno sfavorito il duo Academy. Staccate molto aggressive e linee troppo strette in entrata di curva soprattutto nel settore uno hanno messo in crisi la ciclistica fino a causare le cadute. Si rimescolano le carte in ottica campionato che vede Campaci portarsi in testa con 70 punti seguito da Caccamo a 61, Modesti a 56 e Scorpaniti a 49.

Appuntamento al round 5 che si terrà nel fine settimana del 9 settembre 2018 sul circuito di Rijeka in Croazia.

Ro.Ma.

  • Pubblicato in 125GP

CAMPACI POLEMAN AL MUGELLO

Andrea Campaci (15anni) conquista al primo tentativo la pole position al Mugello. In effetti, la prima prova ufficiale si è effettuata con l’asciutto e un violento temporale abbattutosi trenta minuti prima della Q2 ha indotto la maggior parte dei piloti a non scendere in pista e accontentarsi dei crono del mattino.   

In Q1, dopo le prime due tornate dedicate al rodaggio del pistone (Vertex),  comincia la cavalcata di Campaci per la conquista della pole. Missione compiuta proprio all’ultimo giro disponibile segnando il buon crono di 2.06.54. Il terzo gradino del podio della pole è di Simone Caccamo, passato dal team Biagioli in Academy Official. Il fiorentino conferma le aspettative: parte dalle prove ufficiali limitanto al minimo l’impegno per poi concentrarsi unicamente sulla gara. Non a caso è leader di campionato Igp con all’attivo 12 punti di vantaggio sul diretto inseguitore Scorpaniti. L’esperto Mirco Modesti (Honda Berga E.E.) strappa la seconda posizione proprio all’ultimo giro grazie anche al “tiro” di Campaci. Alex Scorpaniti arriva appena sotto al podio con il crono di 2.07.53 e davanti al “talento azzurro Fmi” Mirko Gennai esordiente in Igp in sella alla Honda del team Biagioli Corse. 

Appuntamento quindi per il warm up e la gara alle ore 17.30.  

  • Pubblicato in 125GP
Sottoscrivi questo feed RSS