Questo sito utilizza i cookie per offrire un servizio migliore ai propri utenti.

itenfrdejasv

Mugello dolce-amaro per Hosciuc

  • Letto 112 volte
  • Print Friendly and PDF
In evidenza Mugello dolce-amaro per Hosciuc
Vota questo articolo
(1 Vota)

Round 5 dolce amaro per la squadra AcademyGP e Jacopo Hosciuc. La giornata dedicata alle prove libere, giovedì 19 settembre, ha inaugurato il fine settimana tutto in salita della compagine romana. Il primo turno tutto sommato è filato liscio anche con condizioni di grip poco favorevoli. I successivi due turni sono stati vanificati da un contatto elettrico che mandava in blocco la bobina di accensione motore.

La prova libera cronometrata del venerdì ha messo in evidenza l’ottimo feeling di Hosciuc con la nuova ciclistica, suo il terzo crono a 1,2s dal capofila Lunetta. La prima prova ufficiale disputata nel pomeriggio ha confermato sul podio virtuale la presenza di Hosciuc al terzo posto con il crono di 2.05.92 con un ritardo dal capofila di 0,660s.

L’ultima prova ufficiale iniziata alle ore 9.30 del sabato ha visto alternarsi al vertice almeno sei piloti. La spunta Filippo Farioli con il crono di 2.05.02 con Hosciuc che conquista la quarta casella dello schieramento con un ritardo di appena 0,263s.

Gara1 iniziata alle 16.00 ha visto protagonista una serratissima lotta al vertice. Hosciuc nel corso della prima tornata perde terreno fino a transitare ottavo al primo passaggio. Tra il secondo e il terzo giro recupera sei posizioni fino a raggiungere il capofila Christian Lolli. Per oltre sette delle dodici tornate il duello ravvicinato tra i due tredicenni sembra far pensare ad un finale a due. Ma evidentemente il loro duello ha permesso agli inseguitori capitanati da Cangelosi di guadagnare terreno e prendere la scia sul lungo rettilineo che porta al traguardo. Finale trilling con sei piloti a contendersi le scie che vede Cangelosi tagliare per primo il traguardo. Hosciuc con un ritardo di appena 0,200s transita in quinta posizione.

Le previsioni meteo vengono confermate dalla pioggia copiosa caduta dalla notte fino a metà della mattina della domenica. Il warm up viene effettuato in condizioni di pista bagnata e l’alfiere della AcademyGP  si è trovato subito bene con il particolare grip.

Gara2 prevista per le 17.00 subisce un ritardo nello start dovuto allo stop forzato della gara precedente. Alle 18.00 lo start dell’ultima gara in programma, la Premoto3.

Il primo pomeriggio ha visto un tiepido sole che seppur lentamente stava asciugando il nastro di asfalto del Mugello. Ma proprio in vista della gara riservata alle quarto di litro un rovescio la bagnava nuovamente costringendo tutti i piloti al montaggio delle coperture rain.

Allo spegnersi del semaforo Hosciuc scatta discretamente, il primo passaggio lo vede transitare in terza posizione. Nel corso del secondo giro perde terreno fino alla dodicesima piazza per poi nel successivo passaggio ritirarsi per il cattivo funzionamento del sensore del Tps.

Due dei tre zeri della classifica di Jacopo Hosciuc sono dovuti a problemi derivanti da problemi elettrici del cablaggio originale Yamaha fornito come kit e approvato dalla Fmi, un cablaggio progettato per le moto da motocross.  Questo tipo di problema rilevato da diversi team sta minando la fiducia nel fornitore e soprattutto le aspettative di piloti, genitori e squadre.  Auspichiamo un intervento decisivo da parte degli organi competenti per far si che delle belle gare non vengano rovinate da decisioni superficiali e inadeguate.    

Il prossimo appuntamento sarà il round finale del campionato e avrà luogo sul circuito Vallelunga di Campagnano di Roma nel fine settimana del 6 ottobre 2019.

Ro.Ma.

  CLASSIFICA ANALISI TEMPI
R1 icona pdf icona pdf
R2 icona pdf icona pdf
     

CLASSIFICA CAMPIONATO

CLASSIFICA COSTRUTTORI